IL SISTEMA DEI CREDITI FORMATIVI

Crediti Formativi Universitari (chiamati anche CFU) sono dei crediti che quantificano il lavoro che sarà necessario allo studente universitario per conseguire una laurea. Questo lavoro sarà costituito dall’insieme delle ore di lezione o eventuali laboratori da seguire, ma anche delle ore da dedicare allo studio a casa dei materiali.

 Generalmente, 1 CFU equivale a 25 ore di lavoro. Quindi, se un corso ha un valore di 6 crediti, vuol dire che lo studente dovrà impiegare 150 ore per studiare e seguire le lezioni e/o altre attività e quindi ottenere le competenze necessarie per superare il corso. In sintesi, più salgono i crediti di un corso, più questo sarà impegnativo.

 Per ottenere una laurea triennale, lo studente dovrà raggiungere 180 CFU, mentre per ottenere una laurea magistrale, i CFU saranno 120. Quindi, risulta evidente che non sarà importante il numero di esami svolti, ma solo il totale dei Crediti Formativi ottenuti. Le prove che consentono di superare un corso/attività, possono variare da un colloquio, ad un elaborato scritto, ad un’esperienza in laboratorio fino a mettere in pratica le proprie competenze attraverso il tirocinio.

Quindi, oltre ad essere importanti per il conseguimento di una laurea, i CFU sono molto utili per poter partecipare ad attività formative messe a disposizione dalla propria università, per vincere uno stage e delle esperienze lavorative a livello regionale o nazionale, ma anche per ottenere un posto in quei progetti come “l’Erasmus Placement“, che consentono agli studenti più meritevoli di vivere un’esperienza di studio in quelle università estere “gemellate” con la propria. Di conseguenza, si tratta di una serie di attività molto importanti che consentono di arricchire non solo il proprio curriculum, ma anche il proprio bagaglio culturale.

 

.